Storia di Fisciano

 

Storia di Fisciano


Il toponimo deriva da “fitsanus”, ossia diventa sano chi vi soggiorna per la salubrità dei posti. Famosi i soggiorni di Marina d’Aragona nella frazione Penta e di Papa San Gregorio VII nelle grotte del Santuario di San Michele di Mezzo. Un borgo gentilizio e zona preferita per la vita in villa.

Vi si insediarono gli Osci e il ritrovamento di alcune tombe ha avvalorato l’ipotesi di una presenza etrusca ben integrata con le popolazioni locali. Il ruolo strategico della valle dell’Irno con il suo sbocco a mare è stato sicuramente causa di conflitto con i vicini greci di Paestum. L’a conquista e la successiva integrazione nellorbita romana ha lasciato molte tracce sul territorio.
Il disfacimento dell’impero romano d’Occidente creò un periodo di instabilità finito con la vittoria sul Sarno dei Bizantini contro i Goti. Ben presto gli orientali cedettero il passo ai Longobardi e, successivamente ai Normanni ed infine passò alla famiglia dei Sanseverino, sotto i quali visse un periodo di prosperità. Con la fine del dominio dei Sanseverino nel 1553 il feudò vide diversi passaggi di mano fino a quando i nuovi dominatori francesi, memori dei principi della rivoluzione francese soppressero la feudalità per poi diventare comune autonomo nel 1810.

Un primato lo vanta la frazione di Lancusi: Giovanni Venditti, nella Reale Manifatturiera dei Piastrinai dei Borboni, inventò la prima pistola automatica, oggi conservata nel Museo delle Armi a Milano.

Testi: Starnetwork srl

Previsioni del tempo a Fisciano

Powered by StarNetwork S.r.l. - VAT ID 03079120659 cookie policy